IL SUO SPAZIO È L’INTERVALLO [Teatri Di Vetro]
Magazzini della Lupa
Tuscania,via della Lupa 10
01017
Italia

Organizador

FLORIAN METATEATRO

IL SUO SPAZIO È L’INTERVALLO [Teatri Di Vetro]

23 septiembre 2022 - 15:30
Ventas terminadas a las 23/09/2022 - 14:30
Teatri Di Vetro

Detalles del Evento

venerdì h 15,30
una lecture performance di DEHORS/AUDELA

APORIE. Il luogo delle passioni è l’interruzione, il suo spazio è l’intervallo e all’interno di esso l’evento è procrastinato e diviene quanto meno incerto. Arresto improvviso tra due movimenti. Ci si installa tra gli spazi di indecisione e quel che sopravvive ai ritagli, nel ritaglio, generando immagini cariche di tempo fin quasi a scoppiare.

A partire da una riflessione sulla condizione psico-fisica dell’esitazione, dal 2019 portiamo avanti una ricerca che interroga il processo compositivo di corpi in movimento. Nel tentativo di ripercorre la traiettoria di un percorso creativo frastagliato, dilatato e costantemente immerso nella precarietà fluida che ci sostanzia e che non vede punti d’arrivo, ma si articola in svolte, concrezioni, riduzioni, adattamenti e ricollocazioni, decidiamo di affidarci alla catalogazione. Presentiamo un glossario espanso, un archivio di materiali eterogenei: immagini, parole, suoni, pratiche, oggetti. Un dispositivo aperto, che riconsegni i nuclei di pensiero e azione che si sono articolati in questi anni, svincolati dal fine compositivo, reimmettendo tracce e relitti in un nuovo contesto. Hanno collaborato al processo creativo di questi anni: Alessia Damiani, Chiara Marolla, Alice Ruggero, Andrea Sassoli, Cecilia Ventriglia.


BIOGRAFIA
DEHORS/AUDELA è un collettivo fondato da Elisa Turco Liveri e Salvatore Insana. In D/A arti visive e arti performative confluiscono nel segno di una ricerca continua, in cui i diversi codici artistici, pur mantenendo una loro specificità, diventano al contempo capaci di generare nuove forme espressive. D/A lavora da sempre sull’indagine dei luoghi di confine, laddove ibrido e indefinito si manifestano. Interstizi del presente, non solo concepiti come luoghi fisici, ma anche come aspetti sociali e antropologici. D/A s’interroga costantemente sulla natura delle immagini e sulle politiche dello sguardo. Negli ultimi anni hanno dato vita, in collaborazione con altri artisti, nel costante tentativo di superamento dei generi, a opere video-teatrali, performance di danza, progetti di ricerca audiovisiva, documentari, lavori di videodanza, installazioni urbane, percorsi d’indagine fotografica e workshops sperimentali.

http://www.dehorsaudela.com