A VOCE SOLA: ESPLORAZIONE SULLA VOCE
Biblioteca Sormani
Milano,via Francesco Sforza 7
Italia

Organizzatore

Hypnosis Electro Duo - soprano Carolina Lidia Facchi elettronica Mattia Olgiati

A VOCE SOLA: ESPLORAZIONE SULLA VOCE

3 agosto 2022 - 19:30
Vendite terminate il 03/08/2022 - 19:30
L’unione tra passato e presente prende forma, le arie del ‘600 vengono reinterpretate e riarrangiate per voce ed elettronica.
I biglietti sono terminati

Dettagli evento

L’unione tra passato e presente prende forma, le arie del ‘600 vengono reinterpretate e riarrangiate per voce ed elettronica. L’elettronica e l’informatica musicale contribuiscono a plasmare infinite possibilità di rielaborazione, esplorando le interazioni tra strumenti acustici “classici” e le nuove tecnologie, permettendo di creare nuovi mondi sonori. Un concerto che reinterpreta i grandi autori del passato come Dowland, Johnson, Enrico VIII, Monteverdi e Vivaldi, mantenendo inalterata la linea melodica caratteristica e familiare di queste composizioni. L’elettronica agisce dal vivo con dei trattamenti sulla voce per creare interpolazioni sonore inedite e stimolanti come per i brani di John Cage, uno dei compositori più rilevanti del ‘900.

Robert Johnson (1583-1633), Have you seen but a white lily grow; per voce e
live electronics;
John Cage (1912-1992), Solo for voice No. 22 (da Songbooks); per voce e live
electronics;
John Dowland (1563-1626), Can she excuse my wrongs; per voce e live
electronics;
John Cage (1912-1992), The wonderful widow of eighteen springs; per voce e
fixed media;
Antonio Vivaldi (1678-1741), Cum dederit; per voce e live electronics;
John Cage (1912-1992), Solo for voice No. 43 (da Songbooks); per voce e live
electronics;
John Dowland (1563-1626), Fine knacks for ladies; per voce e live electronics;
John Dowland (1563-1626), In darkness let me dwell; per voce e live
electronics;
Mattia Olgiati (1993*), Strade risonanti; per voce e live electronics;
Enrico VIII (1491-1547), Pastime with good company; per voce e fixed media;
Claudio Monteverdi (1567-1643), Lamento della ninfa (da L’Orfeo); per voce e
live electronics;