BAU#1 estratto_An interactive piece
Supercinema
Tuscania,Via Giuseppe Garibaldi, 1
01017
Italia

Organizzatore

Barbara Berti

BAU#1 estratto_An interactive piece

25 settembre 2021 - 16:30
Vendite terminate il 25/09/2021 - 15:30
BAU #1 parte dall’attenzione sui processi creati “dall’azione del pensare” e le intenzioni che tali processi possono produrre

Dettagli evento

BAU #1 parte dall’attenzione sui processi creati “dall’azione del pensare” e le intenzioni che tali processi possono produrre. Per esempio, come possiamo riconoscere in un ambiente il mutare di un’energia intesa come cambio di attenzione e di presenza del performer e del pubblico?

Partendo da alcune pratiche legate alla meditazione, BAU #1 esplora in termini coreografici il “disembodiment”, nel creare, cercare e riconoscere il momento della separazione e distacco tra l’azione del pensare e il pensiero stesso. Per tentare di mettere a fuoco quella condizione indefinibile di presenza-in-assenza tra mente e corpo, si esplorano terreni della non-umanità e dell’a-verbale passando attraverso il movimento e la parola. Questa creazione mira alla costruzione, all’esperienza e all’analisi di una meditazione guidata, come processo interiore in dialogo e in relazione col pubblico.


BIOGRAFIA
Nata e cresciuta a Bologna, Barbara Berti é di base a Berlino. Lavora ai suoi progetti coreografici e collabora con artisti della danza e del teatro in lavori di performance attraverso l’Europa occidentale: Isabelle Schad, Tino Seghal, Judith Seng, Gabi Schilling, l’istituzione Bauhaus. Ha radicato la sua carriera nel graphic design, nel teatro fisico, nella danza e nella meditazione; ha continuato a studiare diverse tecniche di danza contemporanea, contact improvisation, lavori somatici e meditazione. Nei suoi lavori coreografici è interessata a questioni di empatia cinestesica e alla trasmissione incarnata dell’esperienza fisica nell’interazione con il pubblico. nel 2014, vincitrice del premio di danza teatrale HAU2-100Grad Berlin, con il suo assolo “I am a shape in a shape, doing a shape”; selezionata in Vetrina Gd’a 2016 e finalista al Premio Gd’a 2017. Vincitrice in ex-quo del Premio Scenario 2017 con “Bau #2” – Dalla serie BAU ‘Coreografia del pensiero’. Dal 2016 al 2019 ha ricevuto i Fondi del Mibac e nel 2017 anche “Crossing the sea”. Dal 2019 è un’artista sostenuta da Ariella Vidach aiep. Nel 2021 ha ricevuto un Finanziamento da Joint adventures/NPN nel per la sua nuova produzione SPACE – Golden dream II e Una borsa di studio nel 2021 con Distanz per la sua ricerca sull’interspecie.

www.barbaratopi.wordpress.com

Ricerca ecology of attention
https://ecologyofattention.wixsite.com/ecologyofattention

Ricerca Interspecie
https://barbaratopi.wordpress.com/research-practice