Carne @ Fortezza 20 ottobre
FORTEZZA EST
Roma,Via Francesco Laparelli,62
00176
Italia

Organizzatore

Lorenzo De Liberato

Carne @ Fortezza 20 ottobre

20 Ottobre 2023 - 21:00
Vendite Online Terminate
di Lorenzo De Liberato
con Paolo Zaccaria, Giordana Morandini, Alice Cicetti
Luci Matteo Ziglio

Dettagli evento

Debutta in prima assoluta a Fortezza Est dal 19 al 21 ottobre il nuovo spettacolo di Lorenzo De Liberato con in scena Paolo Zaccaria, Giordana Morandini e Alice Cicetti, protagonisti di un racconto noir che offre una riflessione sulla percezione della verità di fronte al sospetto di un reato e di come la vita di un uomo normale possa inesplicabilmente sgretolarsi in un istante.

Carne è un puzzle dove la verità è l’ultimo degli obiettivi da raggiungere, una verità che rompe i confini dell’oggettività e si insinua nella personalità di ogni personaggio, corrotta dalle complesse sovrastrutture della società che ci incoraggia ad essere giudici e carnefici allo stesso tempo, condannando chiunque, anche colui che, fino a poco tempo prima, era la persona a noi più vicina, quella che ci infondeva sicurezza, quella che avremmo descritto perfettamente “uguale a noi”.

La storia di Carne ruota intorno a Susanne Taylor, una cameriera di un pub sulla remota sponda di un lago qualsiasi, che una notte, finito il turno, scompare nel nulla. Dopo ventiquattro ore si mettono in moto le ricerche ma della ragazza non vi è traccia. L’unica cosa che viene ritrovata è la borsetta della ragazza perfettamente intatta, e tra i suoi oggetti personali un fazzolettino del pub su cui è scritto il numero di Roger Samuel.

Lo spettacolo inizia qui, a casa dei giovani coniugi Samuel, un paio di giorni dopo la scomparsa di Susanne, dove la polizia irrompe gettando la vita di Roger in un vortice di ineluttabilità, all’interno del quale l’uomo cade sempre più vertiginosamente.

Il suo numero di telefono tra gli oggetti recuperati nella borsetta di Susanne, è un indizio più che sufficiente per renderlo un sospettato di quello che potrebbe essere l’ennesimo femminicidio, ma la cosa che più di tutte lo rende l’indiziato numero uno è la testimonianza di un cliente del pub che giura di aver sentito Roger pronunciare, nei confronti della cameriera, una frase estremamente sessista, il classico commento da uomo medio, il modo di parlare machista che può scappare senza pensarci dopo qualche birra e un paio di whisky.

Ad un tratto il presente per Roger si trasforma in un incubo di solitudine, acuito da un passato confuso al quale nessuno dava alcun peso e che adesso esige venga pagato il conto.

Altri eventi dello stesso organizzatore