Corviale Urban LAB: Progetto delle memorie
Corviale
Roma,Via Poggio Verde, 389
00148
Italia
ARTmosfera

Organizzatore

Laboratorio Città di Corviale

Corviale Urban LAB: Progetto delle memorie

27 settembre 2020 - 16:30
Vendite terminate il 27/09/2020 - 15:30
DUE WEEKEND DI SPETTACOLI, MOSTRE E CONCERTI
Il 26 e 27 settembre e il 3 e 4 ottobre al Serpentone torna il Corviale Urban Lab, con una nona edizione ricca di eventi: reading, mostre, spettacoli, concerti e laboratori.

Dettagli evento

Due weekend di spettacoli, mostre e concerti
Il 26 e 27 settembre e il 3 e 4 ottobre al Serpentone torna il Corviale Urban Lab, con una nona edizione ricca di eventi: reading, mostre, spettacoli, concerti e laboratori, tra cui spiccano il Progetto delle Memorie che racconta la storia di Corviale e il reading Le Parole di Rodari con Anna Foglietta e Edoardo Camurri dedicato al centenario della nascita del grande scrittore

Due gli eventi speciali a cura del Laboratorio di Città Corviale​: ​Il Progetto delle Memorie, una mostra di restituzione pubblica delle storie del territorio; Le Parole di Rodari, un reading delle opere del celebre scrittore, a 100 anni dalla sua nascita, con la presenza di Edoardo Camurri e di Anna Foglietta.

Luogo: Sala condominiale Lotto 1
Orario: 16:30-20:00

Mostra del Progetto delle memorie: esposizione del lavoro fin qui prodotto relativo al Progetto delle Memorie, realizzato in collaborazione con il Corso di Progettazione Architettonica e Urbana del Professore Francesco Careri.

ORARI:
Inaugurazione “Mostra delle Memorie” ore 16:30 (presso la cavea),
A seguire visite guidate (presso lo spazio espositivo della sala condominiale Lotto 1) chiusura mostra ore 20:00.
Da domenica 27 settembre a domenica 4 ottobre apertura mostra tutti i giorni dalle ore 16:00 alle ore 20:00

A cura del Laboratorio di città Corviale.

Luogo: Piazzetta degli Artigiani
Orario: 10:00 -13:00
Laboratorio didattico “Playground nella Piazzetta delle Arti” a cura di Comunità X e Stamperie del Tevere con il coordinamento del Laboratorio di città Corviale.

Il Corviale Urban Lab, ideato da Alessio Conti e diretto da Giuseppe Casa, si inserisce in un processo di riqualificazione culturale del gigantesco complesso residenziale nato 45 anni fa, grazie alla sua struttura multidisciplinare che mette al centro un connubio di artisti emergenti e affermati. Si inizia sabato 26 settembre con la presentazione del progetto che più rispecchia la natura del festival: il Progetto delle Memorie è una mostra che vuole riappropriarsi simbolicamente degli spazi comuni del famoso Piano Libero del Serpentone, mettendo insieme una serie di materiali che raccontano la storia di Corviale.

Oltre a questa mostra dal forte impatto storico e identitario, all’interno della Galleria Il Mitreo sarà allestita una mostra collettiva che ospiterà giovani artisti visivi, fotografi, scultori, artigiani finalisti del concorso multiartistico MArteLive, dedicato all’arte emergente.

Domenica 27 settembre inizierà il programma artistico vero e proprio con il reading letterario di Ludovica Ottaviani, lo spettacolo teatrale “Kaster. Il viaggio. Cap.1” di Enzima T e il concerto del cantautore Leonardo Angelucci. A chiudere la serata ci sarà il Walkabout di Carlo Infante, una passeggiata alla scoperta dei segreti del quartiere.

Sabato 3 ottobre toccherà all’altro evento speciale dedicato al centenario della nascita di uno dei più importanti autori della letteratura per ragazzi Gianni Rodari: Le Parole di Rodari sarà un reading di testi con la presenza di Anna Foglietta, fresca del ruolo di Madrina alla Mostra del Cinema di Venezia, e lo scrittore e conduttore tv Edoardo Camurri.

Poi spazio ancora ai giovani artisti con il reading dei testi del poeta palermitano Alessio Arena, la danza di Nunzio Perricone e della compagnia Uscite d’Emergenza, lo spettacolo di Emanuele Ingrosso, quello circense di Leonardo Varriale e, infine, il concerto di Gianluca Secco.

Ancora più ricco il programma della giornata di chiusura. Domenica 4 ottobre si inizierà alle 18:30 con una maratona di band emergenti, poi spazio alla danza della compagnia Gruppo R.A.V.E., alla performance teatrale “Negri - spettacolo per bianchi” di Luigi Morra, alle arti circensi di Niccolò Nardelli e ai concerti dei Camera e dei Kutso.

Le performance, i concerti e gli spettacoli si svolgeranno all’interno della Cavea di Corviale mentre tutte le mattine del festival in Piazzetta delle Arti si terranno i laboratori per adulti e bambini condotti Comunità X e Stamperie del Tevere per “risignificare” i percorsi pedonali disegnando a terra un playground frutto della combinazione di diversi elementi grafici.

Da non dimenticare l’attività del Movimento per l’Emancipazione della Poesia (MEP) che disseminerà di poesie il quartiere e il progetto di urban art partecipata Preghiere al Vento, che raccoglierà intenti e aspirazioni degli abitanti di Corviale per poi tradurli in pittura su delle strisce di stoffa che verranno appese sui rami degli alberi.

La direzione artistica è curata, fin dalla prima edizione, dalle Scuderie MArteLive, uno dei più grandi collettivi artistici d’Italia, che organizza e promuove festival multidisciplinari da quasi vent’anni. Artisti visivi, musicisti, performer, videomaker, circensi, autori: gli eventi realizzati sono un mix di talenti emergenti e professionisti affermati, con l’obiettivo di valorizzare l’arte in tutte le sue forme, portandola in ogni dove, soprattutto nelle periferie, nelle provincie e nei piccoli borghi.

Il Corviale Urban Lab è organizzato da ARTmosfera. Il progetto è vincitore dell'Avviso Pubblico ESTATE ROMANA 2020-2021-2022 e fa parte di ROMARAMA 2020, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

L’obiettivo è quello di raggiungere e superare con successo il decennale di questa manifestazione, da sempre fucina di progetti culturali virtuosi per gli abitanti di Corviale e ormai punto di riferimento per la riqualificazione della periferia romana. Fondamentale nella coordinazione delle associazioni e delle realtà del quartiere è stato Il Laboratorio della Città di Corviale, che grazie alla sua presenza attiva e costante sul territorio ha svolto un importante ruolo nella definizione del programma.

Partner