Da Bacoli a Pozzuoli: un viaggio nel passato, tra antiche cisterne, dimore borboniche e luoghi dimenticati!
Stazione Centrale di Napoli
Napoli, Piazza Garibaldi
80142
Italia

Organizzatore

Da Bacoli a Pozzuoli: un viaggio nel passato, tra antiche cisterne, dimore borboniche e luoghi dimenticati!

21 ottobre 2018 - 09:00
Vendite terminate il 18/10/2018 - 15:45
Dalla Piscina Mirabilis al Rione Terra passando per la Casina Vanvitelliana: l’intinerario fotografico, suggestivo e a tratti misterioso, è un viaggio nel passato nella terra flegrea, una zona pregna di mito e antichi splendori.

Posti esauriti

Dettagli evento

Da Bacoli a Pozzuoli: un viaggio nel passato, tra antiche cisterne, dimore borboniche e luoghi dimenticati!

MINI CORSO DI REPORTAGE ANTROPOLOGICO

Corso di Fotografia a cura di Doralisa D’Urso, fotografa, docente di fotografia e guida turistica autorizzata.

«Lasciai quel luogo perché c'era pericolo che se mi fossi affezionato troppo al soggiorno di Bauli (antico nome di Bacoli), tutti gli altri luoghi che mi restano da vedere non mi sarebbero piaciuti »
(Simmaco - Oratore, senatore e scrittore romano)

“Ogni realtà sociale è, per prima cosa, spazio”. Così lo storico francese Fernand Braudel riflette, con l’affascinante complessità di un antropologo, sulla stretta relazione tra “luogo” e “presenza umana”: due elementi, intimamente legati e collegati, che insieme, nel corso dei secoli, hanno contribuito a creare la “Storia”.

Dalla Piscina Mirabilis al Rione Terra passando per la Casina Vanvitelliana: l’intinerario fotografico, suggestivo e a tratti misterioso, è un viaggio nel passato nella terra flegrea, una zona pregna di mito e antichi splendori.

Dall’ingegno degli antichi Romani ai fasti borbonici, dagli sfollati degli anni ‘70 agli imponenti ecomostri contemporanei, attraverso l’obiettivo della macchina fotografica proveremo a raccotare “tante storie nella grande Storia”.

Sullo sfondo, la malinconia dei vecchi stabilimenti abbandonati dell’Italsider, i resti di un passato industriale che ancora oggi accompagnano lo sguardo e la mente.

Chi può partecipare: il corso è aperto a tutti gli associati che hanno conoscenze base di fotografia digitale. Per motivi sia didattici che organizzativi è previsto un numero massimo di 11 persone.

La quota associativa è di 10 euro, vale fino al 31 dicembre 2018 e può essere versata in contanti alla prima lezione. L’appuntamento è per le ore 9.00 a Piazza Garibaldi.

Come è strutturato: il workshop si svilupperà in tre lezioni così suddivise:

PRIMA LEZIONE – Reportage tutto il giorno da Bacoli a Pozzuoli il 21 ottobre 2018. Un pulmino con autista effettuerà il transfer da e per la Stazione Centrale di Napoli e ci accompagnerà durante gli spostamenti dell’intera giornata.

SECONDA LEZIONE – Prima analisi critica. Le foto scelte dai partecipanti saranno analizzate con la proiezione in digitale.

TERZA LEZIONE – Seconda analisi critica. Le foto scelte dai partecipanti saranno analizzate su carta stampata.

La scelta di svolgere le analisi critiche in maniera differente è motivata dall’obiettivo didattica di far conoscere e riflettere sul rapporto tra fotografia e modalità di visione (video vs carta stampata).

La analisi critiche si svolgeranno di sabato. Le date e gli orari saranno comunicati appena le iscrizioni saranno chiuse.

Durante il reportage sul campo, vista la particolarità e la poliedricità dei luoghi che visiteremo, avremo modo di lavorare, attraverso opportuni esercizi, sia sugli aspetti più tecnici come esposizione e messa a fuoco, sia su quelli più squisitamente compositivi.

Durante il percorso, contestualmente alla fotografia, racconteremo storie e leggende che hanno carattizzato la zona flegrea, dagli antichi romani ad oggi.

Informazioni pratiche: per ottimizzare gli spostamenti, si raggiungerà Napoli in treno. Vista la scarsità e in alcuni casi l’assenza di mezzi pubblici per raggiungere i luoghi da fotografare, ci serviremo di un pullmino privato che ci accompagnerà per l’intera giornata.

Contributo per la partecipazione: 83 euro (comprensivo di commissioni servizio e carta di credito).
La quota è comprensiva anche dei costi di trasporto in loco.

*La quota di partecipazione, una volta acquistata, non è rimborsabile.