DIG 2020 | California: Paradiso in fiamme (Ron Howard)
Cinema Astra | Sala Turchese
Modena,Via Francesco Rismondo, 21
41121
Italia
DIG Awards

Organizzatore

Ron Howard

DIG 2020 | California: Paradiso in fiamme (Ron Howard)

10 ottobre 2020 - 20:00
Vendite terminate il 10/10/2020 - 19:00
Con i produttori del film, in collaborazione con National Geographic
Le vendite online per questo evento sono terminate. Sarà possibile acquistare i biglietti all'ingresso, se disponibili, esclusivamente in contanti.

Dettagli evento

10 OTTOBRE | ORE 20:00 | CINEMA ASTRA, SALA TURCHESE

California: paradiso in fiamme (Ron Howard | Stati Uniti | Durata: 1h 35m)
Proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano

In collaborazione con National Geographic – DIG presenta “Rebuilding Paradise”/ “California: paradiso in fiamme” (2020), il film di Ron Howard. All’alba dell’8 novembre 2018, nel Nord della California, la scintilla di una linea di trasmissione, favorita dalle eccezionali condizioni di aridità legate ai cambiamenti climatici, si trasforma rapidamente in una devastante tempesta di fuoco. In un solo giorno la città di Paradise, ai piedi della Sierra Nevada, viene quasi totalmente ridotta in cenere, coinvolta in uno dei più letali incendi della storia degli Stati Uniti.

Nell’affrontare i danni, le perdite e il dolore, i residenti si raccolgono in un legame più forte, malgrado il bisogno di speranza sia sfidato da continue avversità. Girato nell’arco di un anno, il documentario ci conduce nel vivo di una comunità resiliente e maggiormente consapevole, pronta a ridefinire le priorità sulla salvaguardia dell’ambiente e del tessuto sociale per la ricostruzione di un nuovo Paradiso. Alla proiezione sarà presente in collegamento uno dei produttori del film.

--------------------

L'acquisto online dei biglietti sarà possibile sono fino a un'ora prima dell'inizio dell'evento.
Dopo tale orario sarà possibile acquistare i biglietti all'ingresso, se disponibili, esclusivamente in contanti.

--------------------

Acquistando un titolo d'ingresso per l'evento si ha diritto ad un posto singolo a sedere, non assegnato. Per agevolare le procedure di accesso alla platea, si chiede gentilmente agli spettatori di presentarsi alla location con almeno 15 minuti di anticipo rispetto all’inizio dell’evento.

In osservanza del Decreto N°166 del 07/09/2020 Regione Emilia-Romagna, le sedute saranno disposte rispettando il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli spettatori.

Si ricorda inoltre che all’aperto gli spettatori devono indossare la mascherina dall’ingresso fino al raggiungimento del posto e comunque ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso. Al chiuso la mascherina va tenuta anche durante l’evento, avendo cura di rimetterla immediatamente dopo l’eventuale consumazione di cibi o bevande.

--------------------

Sarà la paura il tema della sesta edizione di DIG AWARDS, festival internazionale di giornalismo investigativo che si terrà a Modena dall’8 all’11 ottobre 2020, in una quattro giorni di proiezioni, incontri, momenti di formazione, mostre ed eventi aperti alla città. Il regista rumeno Alexander Nanau presiederà la formidabile giuria internazionale, che assegnerà i DIG Awards premiando, quest’anno per la prima volta, anche i migliori podcast d’inchiesta. Tra le tante novità, l’istituzione del Watchdog Award, conferito dal board di DIG a chi nel corso dell’anno si è battuto in difesa della qualità e dell’indipendenza del giornalismo.

DIG Festival 2020 è realizzato con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Comune di Modena e Fondazione di Modena; contribuiscono alla manifestazione anche l’Ordine dei Giornalisti, AbitCoop e Coop Alleanza 3.0. DIG Festival ha il patrocinio di Unimore – Università degli Studi di Modena. Si ringraziano per la collaborazione Fondazione Collegio San Carlo, Ago Modena Fabbriche Culturali, FEM Future Education Modena, VRMF Virtual Reality Movie Festival, D406, Sartoria Comunicazione, Laboratorio Aperto Ex Centrale AEM Modena, Festival loso a, Juta, Cinema Astra e Cineteca di Bologna.