Il Conte Giusso tra Fiabe e Leggende – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia
Sentiero CAI 338 a
Vico Equense,Monte Faito
80069
Italia

Organizzatore

Compagnia degli sbuffi

Il Conte Giusso tra Fiabe e Leggende – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia – copia

25 agosto 2021 - 12:00
Vendite terminate il 25/08/2021 - 11:00
Un percorso ludico teatralizzato su uno dei sentieri più belli del Monte Faito il 338 A che arriva al ex Cavalcatoio o Cerchio Verde, con uno straordinario panorama sui tre isolotti Li Galli cari ad Eduardo de Filippo e a Rudolph Nureyev.

Dettagli evento

Un percorso ludico teatralizzato su uno dei sentieri più belli del Monte Faito il 338 A che arriva al ex Cavalcatoio o Cerchio Verde, con uno straordinario panorama sui tre isolotti Li Galli cari ad Eduardo de Filippo e a Rudolph Nureyev, in compagnia del Conte Gerolamo Giusso, sarà lui, con l’immancabile marsina nera, come si conviene ad un Senatore del Regno, ad accompagnare i 40 fortunati spettatori in questo 1° Percorso teatrale alla riscoperta di straordinari scorci e personaggi e animali fantastici o
legati ad antiche leggende.
Tra questa quella dello Scoglio di Rovigliano alla foce del Fiume Sarno; direte, e che centra con il Faito? In realtà molto, come ci spiegherà lo stesso Heracle dal ritorno dalle sue dieci fatiche prima di fondare la Città di Ercolano quando in preda all’ira staccò la cima proprio del Monte Faito e lo
scagliò in mare!
Ascolteremo, se saremo fortunati, proprio dai Folletti del Ghiaccio la straordinaria storia del famosissimo Ghiacci del Faito e di come Ferdinando IV di Borbone, il Re Nasone, amasse il gelato alla vaniglia, mentre la sua augusta consorte Maria Carolina d’Asburgo Lorena amasse invece il cioccolato, mentre la Principessina Maria Tersa, amava il pistacchio ed il Principe Carlo Tito la fragola

Partner