L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA – poesie, novelle e altre pazzie – Festival Internazionale Teatro Romano Volterra
Teatro Romano
Volterra,Piazza Caduti nei Lager Nazisti
56048
Italia
Il Teatro di Tato Russo

Organizzatore

Francesca Signorini,Domenico Belcari,Simone Migliorini

L’UOMO DAL FIORE IN BOCCA – poesie, novelle e altre pazzie – Festival Internazionale Teatro Romano Volterra

12 agosto 2020 - 21:30
PRIMA NAZIONALE
Compagnia L'Avventracolorata - Gruppo Culturale Progetto Città
con Francesca Signorini, Domenico Belcari, Simone Migliorini
Musiche originali dal vivo David Dainelli
Regia Simone Migliorini
Acquista ora il tuo biglietto!
Tipologia Biglietto Fine vendite prezzo quantità
Tipologia Biglietto: INTERO Fine vendite: 12/08/2020 20:30 prezzo: 12,00 quantità:
Tipologia Biglietto: RIDOTTO Fine vendite: 12/08/2020 20:30 prezzo: 10,00 quantità:

anche noi di OOOH.Events applichiamo delle (piccole) commissioni di servizio: troverai il dettaglio nella pagina seguente

Se hai un codice coupon, puoi inserirlo qui.

Dettagli evento

PREZZI
>>> INTERO: € 12
>>> RIDOTTO (under 18, over 70, soci COOP): € 10

OFFERTA: Presentando il biglietto in un museo pubblico, o area archeologica di Volterra avrai diritto a un ingresso omaggio

Si consiglia l'acquisto online del biglietto per agevolare gli ingressi nel rispetto della normativa covid-19.

La suggestione dell’atmosfera notturna,l’ambiente misero e spoglio contribuisce a delineare l’atmosfera anche psicologica in cui la piece è calata, la presenza fisica di un interlocutore, con il suo «pacifico» atteggiamento fa da contrappunto all’estrema tensione del protagonista, il lessico e la sintassi non conferiscono, volutamente, particolare espressività alla prosa, espressività che deriva invece dal ritmo dei periodi a cui contribuiscono i rallentamenti, le pause e le accensioni improvvise. La misura poetica del soliloquio scandito dall'attore, come un’ode sommessa alla vita che sfugge, ha reso L’uomo dal fiore in bocca un capolavoro del teatro pirandelliano.
Ma lo spettacolo si condisce anche di altre "follie" del genio siciliano, dalle poesie giovanili, a La Patente la conosciutissima Novella sceneggiata anch'essa per il teatro ma qui restituita alla sua forma originaria di Racconto, il tutto punteggiato dalla pazzia filosofica di Enrico IV , un florilegio pirandelliano che cerca di riassumerne la sua folle, lucida, straordinaria poetica:...
Perché trovarsi davanti a un pazzo sapete che significa? trovarsi davanti a uno che vi scrolla dalle
fondamenta tutto quanto avete costruito in voi, attorno a voi, la logica, la logica di tutte le vostre costruzioni! - Costruiscono senza logica, beati loro, i pazzi! O con una loro logica che vola come una piuma! Volubili! Volubili!