“Sognando Hopper”: atmosfere notturne, strade deserte e inquiete malinconie!
c/o Bar Tornatora
00127 Roma, Viale Aurelio Galleppini angolo Via Rinaldo D'Ami
00127
Italia

Organizzatore

“Sognando Hopper”: atmosfere notturne, strade deserte e inquiete malinconie!

8 giugno 2018
Malinconie e solitudini. Scorci notturni e interni di bar. Strade deserte e distrubutori di benzina dimenticati. Cosi Edward Hopper, uno dei migliori pittori realista americano del XX secolo, raccontava le emozioni e le inquietudini del suo tempo.
Posti esauriti

Dettagli evento

“Sognando Hopper”: atmosfere notturne, strade deserte e inquiete malinconie!

USCITA FOTOGRAFICA BY NIGHT

Venerdì 8 giugno ore 19.30

Uscita Fotografica a cura di Doralisa D’Urso, fotografa, docente di fotografia e guida turistica autorizzata.

«Se potessi esprimerlo con le parole non ci sarebbe nessuna ragione per dipingerlo».
(Edward Hopper)


Malinconie e solitudini. Scorci notturni e interni di bar. Strade deserte e stazioni di servizio dimenticate. Così Edward Hopper, uno dei migliori pittori realista americano del XX secolo, raccontava le emozioni e le inquietudini del suo tempo.

Lasciandoci trasportare dalle atmosfere straripanti di angoscia e turbamento, affronteremo la sfida di interpretare con un linguaggio fotografico gli aspetti più intensi della meravigliosa poetica hopperiana.

Il quartiere periferico di Mezzocammino, con le sue strade ampie e poco trafficate nelle ore serali, sarà la location che ci consentirà di raccontere le innumerevoli storie di silenzi, assenze e frasi non dette delle opere del grnde maestro del realismo americano.


Chi può partecipare: l’uscita fotografica è aperta a tutti gli associati ed è previsto un numero massimo di 12 persone. La quota associativa è di 10 euro, è valida fino al 31 dicembre 2018 e può essere versata in contanti il giorno dell’uscita.

Come è strutturato: l’uscita fotografica si svilupperà in tre momenti. Nella prima parte scatteremo all’interno e con la presenza di una modella in modo da sperimentare le visioni delle “donne hopperiane”. La location sarà un bar scelto ad hoc che ci consentirà di scattare usando cavalletti e tutta l’attrezzatura che sarà necessaria. Dopo questa prima parte faremo una piccola pausa aperitivo del costo di 10 euro. Successivamente ci sposteremo nella zona più periferica del quartiere per fotografare gli spazi e le strade ispirandoci al linguaggio emotivo del pittore statunitense.

Cosa imparerai: l’uscita è consigliata a chi conosce le basi della fotografia notturna. Sarà un’occasione per mettere in pratica la tecnica ma non solo. Ci concentreremo sul rapporto tra emozioni ed estetica attraverso un lavoro di traduzione e interpretazione delle atmosfere dei quadri di Edward Hopper.