UNA MISURA PRECAUZIONALE – copia – copia
ICS RITA BORSELLINO
PALERMO,PIAZZA MAGIONE 1
90133
Italia
Associazione per la Conservazione delle Tradizioni Popolari

Organizzatore

ASSOCIAZIONE PER LA CONSERVAZIONE DELLE TRADIZIONI POPOLARI

UNA MISURA PRECAUZIONALE – copia – copia

28 giugno 2021 - 21:00
Vendite terminate il 28/06/2021 - 20:00
UNA MISURA PRECAUZIONALE di fatto è un'opera artistica di prevenzione, una drammaturgia che prova a orchestrare un invito corale all'empatia contro la deriva egoistica.
Di questi tempi la solidarietà è minata alla sua base. La crisi economica, conseguente

Dettagli evento

UNA MISURA PRECAUZIONALE di Giovanni Lo Monaco
primo studio con Oriana Martucci presso Scuola Rita Borsellino (ex ICS Amari-Roncalli-Ferrara) Piazza Magione 1, Palermo
Date: 24 giugno ingresso su invito - 25, 26, 27, 28, 29, 30 giugno 2021, ore 21

Produzione Museo Internazionale delle Marionette “Antonio Pasqualino” in collaborazione con
Teatro Bastardo e con CRicd-Filmoteca Regionale Siciliana

Giovanni Lo Monaco regia, Oriana Martucci nel ruolo dell’accompagnatrice, Alexandre Vella assistente alla regia e nel ruolo dell’autore, Francesca Belli selezione e montaggio delle immagini d’archivio, Michele Ambrose audio e luci, Vincenzo Salerno fotografie e gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, Laura Ardagna costumi, Giulia Lo Monaco scenografia, Martina Occhipinti costumi
--------------
UNA MISURA PRECAUZIONALE

Sfogliando il vocabolario, alla voce PRECAUZIONE si trova la seguente spiegazione: “atto o comportamento diretto a evitare un pericolo imminente o possibile”.
UNA MISURA PRECAUZIONALE è un’opera artistica di prevenzione, una drammaturgia che prova a orchestrare un invito corale all’empatia contro la deriva egoistica. Di questi tempi la solidarietà è minata alla sua base. La crisi economica, conseguente alla pandemia, spinge ognuno di noi a fare scelte private che spesso confliggono con l’interesse pubblico.
UNA MISURA PRECAUZIONALE è un solitario controcanto dentro questo capitolare degli eventi, la storia di una modesta eroina che crede nell'amore universale, raccontata da un figlio che non si rassegna a perderla, attraverso l'interpretazione intensa di un’attrice che si presenta al pubblico col cuore in mano. Presto il gioco teatrale è smascherato: come diceva Goffman, «noi siamo (soprattutto) ciò che facciamo finta di essere e dovremmo porre più attenzione a ciò che facciamo finta di essere» e non a ciò che presupponiamo di essere>>..
Ispirato alle riflessioni di Byung Chul Han, passando da Nietzsche fino ad approdare a Heidegger, UNA MISURA PRECAUZIONALE rappresenta il bisogno di restituire il dolore a una dimensione pubblica e collettiva, libera dalle ipoteche che lo privatizzano e lo medicalizzano.
Siamo sulla soglia di un’intimità, di un racconto, in cui i silenzi valgono più delle parole, dove i paradossi si trasformano nelle verità più autentiche. Bisogna togliersi le scarpe, entrare in punta di piedi, sedersi e ascoltare.
Un monologo denso, in cui la protagonista, Oriana Martucci, dà voce al dramma personalissimo dell'autore, presente in scena ma incapace di dire e di raccontare sé stesso se non per interposta persona. Davanti allo sguardo degli spettatori si intrecciano ricordi di famiglia, filmati, foto e l’eco di canzoni ascoltate da vecchi vinili. Il fatto privato diventa momento di condivisione e la partecipazione emotiva un modo per elaborare il senso di una inevitabile separazione.

NOTA BENE:
E' necessario presentarsi muniti di biglietto cartaceo o digitale