Aperitivo culturale con Massimo Bray e Giorgio Battistelli
Castello di Tutino
Tricase,Piazza Castello dei Trane
73039
Italia
Castello di Tutino

Organizzatore

Massimo Bray e Giorgio Battistelli

Aperitivo culturale con Massimo Bray e Giorgio Battistelli

2 luglio 2021 - 19:30
Vendite terminate il 02/07/2021 - 18:30
Terzo evento del ciclo di "Aperitivi culturali" del Castello di Tutino

- INGRESSO - ore 19:30
- Servizio aperitivo - ore 19:45


COSTO del biglietto: 12 € a persona (aperitivo culturale)

Prenota un tavolo da 2 o 4 posti
Siamo sold out per questo evento! Controlla il programma del Castello di Tutino per non perderti il prossimo

Dettagli evento

Cultura e territorio, una visione “avventurosa” del rapporto tra tradizione, modernità e contemporaneità.
Che tra il tradizionale e il nuovo, o tra ordine e avventura, non esiste una reale opposizione, e che quello che chiamiamo tradizione oggi è una tessitura di secoli di avventura." Jorge Luis Borges
Massimo Bray, Assessore alla Cultura della Regione Puglia e Giorgio Battistelli, compositore in una libera conversazione su tradizione, modernità 
e contemporaneità.

___________________________________________________________________________________________________


Massimo Bray, Assessore alla Cultura della Regione Puglia e Giorgio Battistelli, compositore, riflettono su come la salvaguardia del patrimonio culturale materiale e immateriale e la sua corretta declinazione in chiave moderna e contemporanea costituiscano un importante strumento di coesione sociale, di crescita del capitale umano e, quindi, elemento fondamentale per un sano sviluppo della società.

Come uscire dalla opzione tra tradizione mito intoccabile e tradizione rispettabile solo se contaminata? Come proporre un’offerta culturale di qualità per l’engagement culturale? Quale ruolo possono avere realtà così radicate sul territorio come il CastellodiTutino? E che ruolo giocano gli artisti?

Mai come nel periodo in cui viviamo il patrimonio culturale riveste un’importanza probabilmente mai avuta negli anni.  C’è un problema antropologico, culturale legato alla difficoltà a leggere il nostro presente, un presente estremamente diversificato, di interazione fra tante diversità ed elementi che sono molto distanti l'uno dall'altro. 

Bisogna, quindi, trovare un riferimento imprescindibile nelle tradizioni e nel patrimonio culturale riconoscendone però non solo il valore intrinseco ma anche quello estrinseco e il ruolo fondamentale che possono avere per lo sviluppo di una società sana.  

Esperienze come il Castello di Tutino sono importanti per ridefinire il valore del patrimonio culturale in quanto partono dalla rigenerazione di siti in cui i cittadini si sono sempre riconosciuti, rileggendoli in chiave moderna come contenitori di prodotti innovativi che partono dalle stesse tradizioni che la maestosità delle torri saranno sempre lì a testimoniare e a difendere. In questo modo si attiva quell’azione di rilancio di siti, luoghi, conoscenze e tradizioni in grado di attivare sviluppo economico e sociale, consapevolezza e responsabilità collettiva. 

Ponendosi, come suggerisce Borges, in una dimensione avventurosa del fare cultura, perché la contemporaneità altro non è che la tradizione di domani.

Massimo Bray
Nato a Lecce, ha studiato a Firenze, vive a Roma.
Dal 1991 all’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, prima come redattore responsabile della sezione di Storia moderna dell’Enciclopedia La Piccola Treccani e,
dal 1994 il direttore editoriale. e, dal 2015 ricopre l’incarico di direttore generale.
Massimo Bray è stato anche direttore della rivista edita dalla Fondazione di cultura politica Italianieuropei.
Ha presieduto il consiglio d’amministrazione della Fondazione La Notte della Taranta, che organizza il più grande festival europeo di musica popolare, dedicato al recupero della pizzica salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla sinfonica.
Eletto deputato nelle fila del Partito democratico alle elezioni politiche del 2013 è nominato ministro per i Beni, le attività culturali e il turismo del governo presieduto da Enrico Letta.
Come presidente della Fondazione per libro, la musica e la cultura, si è occupato delle edizioni 2017 e 2018 del Salone del Libro di Torino.
Dal 19 novembre 2020 è Assessore regionale alla Cultura, tutela e sviluppo delle imprese culturali, Turismo, sviluppo e impresa turistica.

Giorgio Battistelli
Nato ad Albano Laziale nel 1953, Giorgio Battistelli ha studiato composizione al Conservatorio dell’Aquila dove si è diplomato nel 1978, frequentando contemporaneamente i seminari di Karlheinz Stockhausen e Mauricio Kagel a Colonia.
Dal 1981, anno di Experimentum Mundi, ha inizio un'intensa attività di scrittura di opere per il teatro musicale.
Le sue composizioni sono state rappresentate presso il Festival d'Automne al Centre Pompidou di Parigi, i Festival di Salisburgo e di Lucerna, la Biennale e la Gasteig di Monaco, la Biennale di Berlino, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in teatri quali La Scala di Milano, l'Opera di Roma, il Teatro Comunale di Firenze, nei teatri dell'opera di Anversa, Strasburgo, Ginevra, Brema, Mannheim, Almeida di Londra, e inoltre a Hong Kong, Adelaide, Brisbane, Melbourne, Sydney, Wellington, Taipei, Tokyo, New York, Washington, Singapore, La Paz, Pechino. Insignito del titolo di Chevalier de l'Ordre des Arts et des Lettres dal Ministero della Cultura Francese e di Commendatore dell’Ordine “al merito della Repubblica italiana”, è stato compositore in residenza all'Opera di Anversa, alla Deutsche Opera am Rhein di Düsseldorf e al Teatro San Carlo di Napoli.

Ha ricoperto diversi incarichi istituzionali: direttore Biennale Musica di Venezia, Presidente Società Aquilana dei Concerti, direttore artistico dell'Accademia Filarmonica Romana, Direttore Artistico Arena di Verona e del Teatro dell’Opera di Roma.
Da gennaio 2020 è Direttore Artistico del Festival Puccini di Torre del Lago.

____________________________________________________________________________________________________

Il numero di posti è limitato per poter rispettare le norme anti-COVID. Si possono prenotare tavoli da un minimo di 2 ad un massimo di 4 posti. E' possibile aggiungere un 3° o un 4° posto a tavoli già prenotati, acquistando biglietti singoli all'entrata. Se avete difficoltà a prenotare online, i biglietti ed i tavoli si possono prenotare in sede (Piazza Castello dei Trane, 1, Tricase).

Il biglietto di €12 a persona comprende il posto a sedere con aperitivo (calice di vino, birra, bibita e degustazione).

PER GRUPPI DI PIU' DI 4 PERSONE o ALTRE INFO: +39 333 181 7362

L'incontro si tiene all'aperto nel cortile del Castello di Tutino. Nel caso di tempo inclemente, verranno comunicate eventuali indicazioni.

_______

Vi invitiamo a seguire pagina del Castello su Oooh Events per scoprire i prossimi eventi. Inoltre, prossimamente il Castello aprirà le porte le mattine (dalle 9:30 fino alle 12:30 martedì-domenica) per il servizio caffetteria, e per apertivi (dalle 18 fino alle 20) con libero accesso. Per ricevere aggiornamenti seguirci su social media

Questa location dispone di un proprio sistema di controllo accessi, per cui la lista partecipanti verrà trasferita alla location esclusivamente per consentire l'accesso all'evento.

Partner

Altri eventi dello stesso organizzatore

da: 5,75 €
29 luglio 2021
Castello di Tutino, Piazza Castello dei Trane, Tricase 73039, Italia
da: 11,00 €
30 luglio 2021
Castello di Tutino, Piazza Castello dei Trane, Tricase 73039, Italia
da: 11,00 €
31 luglio 2021
Castello di Tutino, Piazza Castello dei Trane, Tricase 73039, Italia
da: 11,00 €
28 agosto 2021
Castello di Tutino, Piazza Castello dei Trane, Tricase 73039, Italia